praticare-reikiSpesso mi viene fatta questa domanda, che è la domanda che si pone ogni persona che si accosta a Reiki o a una qualsiasi altra pratica spirituale.

La risposta a questa domanda è probabilmente un’altra domanda che suona retoricamente più o meno così: Vuoi essere felice?

Ebbene sì, chi pratica Reiki lo fa per essere felice.

Ma perchè Reiki dovrebbe rendermi felice?

I Maestri realizzati lo dicono da millenni e in tutte le culture la Verità ultima è che la Felicità non si conquista attraverso ciò che è all’esterno di noi stessi ma è una condizione interiore che modifica il modo con cui viviamo la realtà intorno a noi.

Cito il grande maestro Yogananda:

“La libertà dell’uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole; essa non dipende da vittorie esterne, ma interne.”

La Felicità è anzitutto una scelta. Devo prima scegliere di essere felice per poter poi esserlo.

Reiki  ci fornisce tutti gli strumenti che, se usati quotidianamente, ci porteranno alla Felicità. Non sto parlando di quella felicità che fa capolino ogni tanto nella nostra vita, che dura più o meno a lungo e poi si trasforma  in nostalgia o in depressione.

Parlo di quello stato di completa e assoluta realizzazione di noi stessi che è Felicità permanente e inscalfibile, qualunque cosa accada intorno a noi.

Ecco quindi la risposta alla domanda iniziale: pratico Reiki per poter essere SEMPRE felice.

Tutti vogliamo la Felicità ma spesso, troppo spesso, la cerchiamo all’esterno, senza sapere che è già in noi, occorrono solo gli strumenti giusti per portarla alla luce.

Reiki è uno strumento per essere felici.

Condividi su: