Reiki, il senso della vita: intervista a Umberto Carmignani

Federico ScottiApprofondimenti su Reiki2 Commenti

Umberto Carmignani

Umberto Carmignani da quasi 30 anni pratica e insegna Reiki, è ideatore e fondatore della comunità ecosostenibile La Città della Luce, importante punto di riferimento in Italia per la crescita spirituale personale. Attraverso La Città della Luce Umberto insegna e divulga Reiki e proprio la pratica del Reiki è il nucleo pulsante di questa comunità. 

Umberto e la sua Città della Luce penso siano un esempio per tutti coloro che si pongono l’obiettivo di vivere nella quotidianità i valori della pratica di Reiki.

Di seguito le risposte di Umberto Carmignani alle mie domande su Reiki.

Perché ti sei accostato alla pratica Reiki?

Era il 1992, avevo 29 anni e stavo vivendo un periodo di grande sofferenza, sia da un punto di vista fisico che emotivo e psichico. Ero malato, stanco del mio lavoro, deluso dalle relazioni affettive. Ero alla ricerca del senso della mia vita che non riuscivo più a trovare. Sentii parlare di Reiki da una mia amica terapeuta che mi consigliò di partecipare ad un seminario di Primo Livello. Avvertii da subito un grande miglioramento, dopo qualche mese presi il Secondo Livello, dopo tre anni sono diventato Master Reiki da quel momento è iniziato quello che definisco il mio Viaggio con Reiki e che dopo 27 anni ancora continua.

Che cosa ti piace della pratica Reiki?

La semplicità e l’efficacia, la frequenza elevatissima di Luce e di Amore, il grande rilassamento psicofisico portato dai trattamenti, lo scioglimento dei blocchi psicofisici, la potenza delle Attivazioni Energetiche nel risvegliare la Coscienza.

Quale pensi sia la consapevolezza più importante che ti ha dato Reiki nel tuo cammino di crescita personale?

Di essere parte del Divino, di essere partecipe dell’Energia Vitale Universale e di poter utilizzare quotidianamente quell’Energia per portare Guarigione a me e agli altri.

Qual è secondo te il motivo principale che fa accostare le persone alla pratica Reiki?

La ricerca del senso della vita, il desiderio di connessione autentica con il Divino, il bisogno di assumersi la responsabilità della propria vita.

Secondo la tua esperienza, qual è il più importante beneficio che la pratica Reiki porta alle persone?

L’Amore per Se Stessi e per la Vita.

Quale domanda su Reiki i tuoi allievi ti fanno più spesso?

Come posso mantenere costanti nella vita di tutti i giorni l’Amore e la Consapevolezza che sperimento durante i Seminari e i Trattamenti di Reiki?

Qual è secondo te il principale ostacolo ad una maggior diffusione di Reiki in Italia?

La mancanza di una seria preparazione da parte degli Operatori e Maestri di Reiki unita a una propaganda negativa da parte delle istituzioni che vedono nel Reiki una pratica esoterica priva di attendibilità scientifica o in contrasto con la religione cattolica.

Cosa pensi si potrebbe fare per agevolare la diffusione della terapia Reiki nelle strutture sanitarie nazionali?

Maggiore disponibilità al dialogo e alla ricerca da parte delle istituzioni unita ad una adeguata preparazione professionale degli Operatori e Master Reiki

Di tutte le opinioni (positive e negative) che circolano a proposito di Reiki quale ti fa sorridere di più? E quale ti fa più riflettere?

Mi fa sorridere (e riflettere nel contempo) l’opinione che Reiki sia una pratica magica che utilizza l’energia sessuale e che i partecipanti si tocchino per raggiungere l’orgasmo.

Che Reiki consista nell’evocazione di demoni e divinità appartenenti al pantheon induista. Che chi pratica Reiki non sia un buon cristiano e che debba farsi richiudere i canali energetici da parte di un esorcista per evitare che i demoni entrino nel suo corpo. Che chi pratica o insegna Reiki faccia parte di una setta satanica.

Se dovessi con una sola parola descrivere Reiki che parola useresti?

Amore

Torna alle interviste ai Master Reiki Italiani

 

L'Autore

Federico Scotti

Facebook Twitter

Master Reiki Tradizionale Giapponese, laureato in Filosofia, specializzato nelle filosofie orientali, membro Komyo Reiki Do Italia, autore del libro "La Luce che cura".

2 Comments on “Reiki, il senso della vita: intervista a Umberto Carmignani”

  1. Mi chiamo Giulio Bonetti, pratico Reiki da 22 anni, e da 20 lo insegno.
    Sono Reiki Master Usui, Karuna e Komyo
    Sia pure con il massimo del rispetto, trovo molto banale questa intervista. Credo sarebbe più interessante, oltre che conoscere il R.M., anche conoscere uno o due casi particolari seguiti, e i risultati ottenuti.
    Complimenti, in ogni caso, per l’iniziativa.

  2. Ciao Giulio, capisco bene il tuo punto di vista, avresti preferito forse che le domande entrassero più nello specifico?
    La linea editoriale che ho seguito per fare questa interviste è di porre domande semplici, che potrebbe porre chiunque si accosta a Reiki per la prima volta. Le domande sono sempre le stesse per tutti gli insegnanti intervistati, è così interessante poter confrontare le risposte rispetto alle stesse domande.
    Grazie per il tuo commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *